News

dancescapes1-2_SCALATA.jpg
2 Dicembre 2022

Martedì 29 novembre si è tenuta la riunione della Commissione, composta da Selina Bassini, Alessandro Carboni, Giulio De Leo, Chiara Organtini e Carla Ersperanza Tommasini,  che ha selezionato i vincitori del bando Mobility grant (circuitazione e formazione)

Sono risultati vincitori gli spettacoli:

  • SPEEED di Sissj Bassani (Parini Secondo)
  • WALTER di Laura Gazzani

Entrambe candidati per la circuitazione. A breve saranno pubblicate anche le motivazioni della commissione

dancescapes1-2_SCALATA.jpg
18 Novembre 2022

Lunedì 14 novembre si è tenuta la riunione della Commissione, composta da Alessandro Carboni, Massimo Carosi, Giulio De Leo e Chiara Organtini,  che ha selezionato i vincitori dei primi due bandi del progetto Dancescapes: Bodyscape e In a landscape

Bodyscape vincitori:

  • Elisa Zuppini con il progetto "Performing landscapes"
  • Claudia Caldarano con il progetto "La piaga del ballo"

 

In a landscape vincitori:

  • Beatrice Rossetti
  • Cristina Gallizioli
  • Elisa Sbaragli
  • Filippo Porro
  • Maria Chiara Vitti
  • Silvia Dezulian
  • Simone Donati
  • Teodora Grano
  • Valentina Sansone

ammessi come uditori

  • Jacopo Franceschet
  • Riccardo De Simone

Le motivazioni della commissione saranno pubblicate il 2 dicembre insieme ai titoli dei due spettacoli vincitori del bando di Mobilità internazionale

logo-av4-nero-1.jpg
19 Agosto 2022

Se hai tra i 16 e i 19 anni e vuoi fare un’esperienza giornalistica insieme a dei tuoi coetanei, questa call fa al caso tuo. Se ti piace osservare e metterti in gioco provando a raccontare ciò che hai visto, puoi partecipare al laboratorio gratuito di critica e giornalismo in occasione del festival Danza Urbana, condotto da due giovanissimi règaz che da alcuni anni hanno partecipato ad alcuni percorsi redazionali insieme al gruppo Altre Velocità.

 

Per ulteriori informazioni e iscriverti al laboratorio segui questo link ->AV

IMG_blog_laboratorio.png
8 Agosto 2021
Se hai tra i 13 e i 19 anni e ti piace osservare e metterti in gioco provando a raccontare ciò che hai visto, puoi partecipare al laboratorio gratuito di critica e giornalismo curato da Altre Velocità in occasione del Festival. Giovani spettatori e spettatrici sono invitati a prendere parte a un percorso laboratoriale con l’obiettivo di fare un’esperienza attiva e intensiva nel campo del giornalismo, capace di trasformare le visioni degli spettacoli in narrazione collettiva, sperimentando la narrazione transmediale e le diverse potenzialità della scrittura.
📍 Il laboratorio si svolgerà fino a domenica 5 settembre dalle ore 14 in via Polese 40.
Il laboratorio è gratuito ma a numero chiuso, iscrizioni a: laboratori.altrevelocita@gmail.com
#opencall #DU2021 #danzaurbana25
#danzarelacitta #mediapartner
crisol_PICCOLA.png
25 Giugno 2020

L'Associazione Danza Urbana è una delle 7 strutture e 14 partner aderenti al nuovo progetto di internazionalizzazione dei giovani artisti e operatori italiani CRISOL - creative processes, finanziato nell'ambito di Boarding Pass Plus 2° edizione promosso dal MiBACT Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo. Il progetto intende ridisegnare l'approccio alle arti performative contemporanee e in particolare alla danza promuovendo nuovi scenari di incontro e cooperazione tra artisti di diversa nazionalità che lavoreranno su quattro temi relativi a quattro aree geografiche.
Crisol mira a ridefinire le pratiche abituali di artisti e operatori coinvolti offrendo, attraverso processi di co-creazione, strumenti in grado di creare consapevolezza identitaria, coscienza collettiva e interculturale.

Per maggiori dettagli visita il sito CRISOL

DU_XL_2020.jpg
3 Giugno 2020

In questo momento di eccezionale gravità per il paese e per il sistema dello Spettacolo dal Vivo, determinato dalla crisi sanitaria e dal conseguente e prolungato arresto delle attività, la Commissione di selezione del bando Danza Urbana XL 2020 - composta da un rappresentante per ciascuno dei partner del Network Anticorpi XL che aderiscono all’azione - vuole dare un segnale di resilienza e vitalità della danza.
Ha scelto, per questo, di proseguire la sua attività in telelavoro per dare corso alla selezione delle proposte pervenute, nominando le opere vincitrici e procedendo alla loro programmazione. Il bando promuove, infatti, le opere che si confrontano con nuovi formati spettacolari, con differenti modalità di relazioni con il pubblico e con i luoghi della città, ponendosi al di fuori delle convenzioni e dello spazio teatrale, offrendo un'occasione di circuitazione. Proprio questa specificità è un'opportunità per poter ripartire nonostante la chiusura dei teatri, mantenendo vivo un rapporto tra il pubblico e questa arte.

Nella sesta edizione del bando la Commissione ha riscontrato una ricca varietà di formati e una maggiore coerenza delle proposte candidate rispetto ai requisiti richiesti.

La Commissione ha scelto di premiare cinque creazioni, il numero massimo consentito dal regolamento, proclamando vincitrici del bando:

➤  1-0 di Sara Sguotti e Nicola Simone Cisternino
➤  KURUP di Nicolas Grimaldi Capitello
➤  LAST SPACE di Marco Di Nardo
➤  Oltrepassare di Silvia Dezulian e Filippo Porro
➤  STANZA 1.5 Site di Jari Boldrin

Per tutti i dettagli sulle opere vincitrici e le date di spettacolo visita la pagina del networkxl

coollogo_com-13350207.png
19 Settembre 2019

Venerdi 20 settembre dalle 20:00 - Palazzo D'Accursio - Cortile Guido Fanti Piazza Maggiore 6

Festival Danza Urbana & Luogo Comune

Presentano

WORKING DANCEFLOOR -Aprite le gabbie

Un rito di danza collettivo per far uscire il corpo dalle gabbie

Di Gohatto Project con la partecipazione dei dj di Ryno

per maggiori informazioni vedi

Facebook - @luogocomunebologna

Instagram - @luogocomune_bologna

 

 

6 Settembre 2019
A causa delle avverse previsioni meteo, oggi venerdì 6 settembre, gli spettacoli previsti in Piazza San Francesco avranno luogo presso lo Spazio Sì di Ateliersi in via San Vitale 69.
⏰ Ingresso gratuito a partire dalle ore 19:00m
💥 POSTI LIMITATI
Anche DanceMobLab, il progetto di Ghoatto Project in programma alle ore 20 presso il Cortile Guido Fanti, subirà variazioni ed è rinviato in data 20 settembre (presto on line maggiori dettagli).
DU_2019_flyer_A5_fronte_DEFDEFDEFDEF-pdf.jpg
20 Luglio 2019

Non conforme e non uniformata. La danza proposta nel corso della ventitreesima edizione del Festival Danza Urbana di Bologna, che si svolgerà quest’anno dal 3 all’8 settembre 2019, è una danza non facilmente incasellabile. Il Festival, nel corso dei suoi oltre quattro lustri, ha educato il suo pubblico alla possibilità di fruire spettacoli e performance in luoghi non convenzionali dove far apparire la danza nei diversi contesti della vita di una città e valorizzare il gesto coreografico incastonandolo all’interno delle architetture, dei monumenti, dei cortili e dei vicoli della città medievale.
In questa edizione, oltre a proseguire la ricerca sui luoghi non convenzionali, si è cercato di abbracciare formati più aperti e destrutturati, performance capaci fluidamente di passare dal codice della danza a quello performativo e musicale, cercando infatti di non programmare solamente coreografi con percorsi coreutici canonici ma artisti capaci di meticciare, mescolare e ibridare i linguaggi arrivando infine a incontrare la danza, arricchendola di punti di vista inediti. Non conforme è sicuramente l’approccio alla creazione Who cares? Ecologia del dialogo (nato nella sezione Sedimenti - di cui l’Ass. Danza Urbana è partner - nell’ambito del progetto Petrolio per Matera capitale europea della cultura 2019) che rappresenta un vero e proprio esperimento di creazione collettiva: il percorso creativo infatti è nato dall’incontro tra giovani coreografi del Mediterraneo che hanno intrapreso, nel corso di quattro tappe, un complesso cammino di conoscenza reciproca e dialogo per elaborare insieme strategie e metodologie di co-creazione.
Diversi sono inoltre i formati scenici che il Festival ospiterà: la giocoleria evanescente del giapponese Hisashi Watanabe, si affianca alla marginalità sociale “magnificata” nella performance/installazione La bellezza ti stupirà di Enzo Cosimi; il gesto puro di Nicola Galli cede il passo alla polka chinata di tradizione bolognese portata in scena dal Leone d’oro Alessandro Sciarroni; le percezioni alternate dal suono di Lorenzo Bianchi Hoesh accompagneranno il pubblico in una soundwalk capace di contraffare, attraverso il suono, la sensazione dei luoghi e dei percorsi. Non si sa se si verrà travolti più da STORMO il progetto di Effetto Larsen in cui un gruppo di persone, grazie alla semplice azione della camminata, entra in profonda connessione, oppure dall’esito del laboratorio condotto da Francesca Penzo con le donne migranti. Tanti altri artisti saranno ospitati a Bologna al Festival, per la precisione: 11 artisti italiani e 9 stranieri.