Segnalazioni

dancescapes-h-1280x602.jpg
21 Novembre 2023

DANCESCAPES: esiti del bando per l’assegnazione delle borse di ricerca coreografica nel paesaggio o nello spazio pubblico Bodyscape

La Commissione di Selezione di Dancescapes, composta da Fabio Acca, Giulio De Leo, Angela Fumarola, Erica Meucci, Riccardo Olivier e Serena Terranova, si è riunita nelle giornate di giovedì 16 e venerdì 17 novembre 2023 per la disamina delle 51 domande pervenute al bando Bodyscape per l’assegnazione delle due borse di ricerca coreografica nel paesaggio o nello spazio pubblico.
Ogni borsa offre Euro 4.300 (al lordo IVA), due residenze artistiche (di minimo 7 e massimo 10 giorni ciascuna) e momenti di apertura del percorso di ricerca con mentoring da parte di esperti e professionisti.
Bodyscape intende sostenere e supportare lo sviluppo di nuove pratiche artistiche e nuovi approcci alla coreografia che scaturiscano dalla relazione con lo spazio pubblico e/o il paesaggio.

 

Per la capacità di interpretare e delineare in modo competente ed efficace le specificità e gli obiettivi del bando (in particolare il valore significante dato ai contesti con cui si intende lavorare, la coerenza e il rigore delle metodologie di lavoro proposte e il rapporto di chiara necessità che lega processo e paesaggio) e per i percorsi di ricerca coreografica delle artiste e il valore e la coerenza delle collaborazioni e del lavoro di team artistico, la Commissione ha assegnato all’unanimità le due borse Bodyscape ai progetti:

IRIDE di Marta Bellu
per la profondità e la stratificazione di una ricerca coreografica con l’ambiente in un rapporto di interazione e trasformazione continua.

PAESAGGI CON FIGURE (titolo provvisorio) di Opera Bianco
per l’estrema coerenza con cui le comunità sono coinvolte come spazio di una ricerca complessa e immaginifica, capace di aprire, anche grazie a un approccio multidisciplinare, nuove esperienze percettive dell’atto performativo.

La Commissione ha, inoltre, scelto di dare la menzione speciale a due progetti che, nella loro ricerca coreografica, sviluppano un carattere – per certi versi – situazionista, capace di interrogare le relazioni delle persone con lo spazio pubblico:

STIAMO LAVORANDO PER VOI (CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO) di Claudio Larena
che mette in campo un processo di trasformazione urbana, stressando le retoriche di uso dello spazio pubblico, con un tratto fortemente politico.

FORREST di Rafael Candela
che indaga la presenza umana e l’interazione con l’altr* come elemento fondativo del paesaggio in una ricerca coreografica capace di costruire inaspettate relazioni di senso.

IMG_thank_you._2.jpg
1 Ottobre 2023

Eccoci al termine di questa XXVII Edizione del Festival. Un Festival che ha costruito una relazione empatica e affettiva con i luoghi e con le comunità che ha attraversato e incontrato, risignificando i contesti, rinnovandone la percezione e contribuendo a incentivarne la riappropriazione.

Le creazioni artistiche in programma si sono presentate nella loro eterogeneità come pratiche di relazione, interazione o negoziazione con i contesti, aprendo una riflessione sul tempo e le sue pieghe.
Il Festival ci ha offerto la possibilità di evadere dalla dittatura del tempo cronologico: con i suoi eventi negli spazi della città, ha spezzato la percezione di un tempo quotidiano e routinario, increspato la linea del tempo, e invitato lə cittadinə a partecipare. Questo è il tempo di dirvi GRAZIE!

Grazie a coloro che hanno resto indimenticabile queste sei giornate assieme, frutto del costante lavoro di Danza Urbana ETS.
Grazie al team, alle volontarie, grazie alla nostra squadra tecnica, ai nostri partner, agli sponsor, agli spazi…

Grazie soprattutto alle artiste e gli artisti, cuore pulsante e anima vitale del Festival! Grazie a chi ci ha seguito: stampa colleghe e colleghi… Ma soprattutto grazie di cuore a tutte e tutti voi: vedervi partecipare è stata per noi la soddisfazione più grande. Questo è ciò che ci motiva, anno dopo anno, a portare nella città di Bologna la bellezza della danza in libera fruizione. Una missione che si rinnova costantemente dal 1997 a oggi.

Grazie a Giancarlo Donatini, Salvatore Lumia, Daniele Mantovani, Gino Rosa e Stefano Scheda per le immagini della XXVII Edizione del Festival!

Continuate a seguirci sui social, su Flickr Danza Urbana, dove trovate tutte le più belle foto di questa edizione! Un abbraccio dal cuore, e a prestissimo… perché Danza Urbana non è solo festival, ma anche tante altre azioni che ci compagneranno lungo il corso dell’anno, in attesa della XXVIII Edizione!

LOGO_DU.png
28 Agosto 2023

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero e gratuito, a esclusione di:

prenotazione obbligatoria
Porpora che cammina di DOM-
(5, 6, 8, 9 settembre, itinerante)
ingresso libero con prenotazione obbligatoria dal 30 agosto inviare mail a  danzaurbana.prenotazioni@gmail.com

a pagamento
HellO° di Kinkaleri
(7 settembre, Ex Chiesa di San Mattia)

Stuporosa di Francesco Marilungo
(8 settembre, Ex Chiesa di San Mattia)

Body Farm. Un luogo per la contemplazione di Habillé d’Eau / Silvia Rampelli
(10 settembre, Lungo Fiume Reno)

I biglietti per gli spettacoli a pagamento sono acquistabili esclusivamente:
– online su www.boxerticket.it a partire dal 29 agosto
– nei luoghi di spettacolo: la biglietteria apre 1 ora prima dell’inizio dell’evento

BIGLIETTI
intero € 7,00
ridotto € 4,00
(Studenti Università di Bologna,
under 24, over 65)

danzaurbana-2023-IG1-savethedate_SMALL.jpg
28 Luglio 2023
Sta per tornare il 𝗙𝗘𝗦𝗧𝗜𝗩𝗔𝗟 𝗗𝗔𝗡𝗭𝗔 𝗨𝗥𝗕𝗔𝗡𝗔
Anche quest’anno la città di Bologna è pronta ad accogliere le proposte coreografiche e performative di numerosə artistə provenienti dall’Italia e dall’estero, in questa XXVII Edizione che ci porterà a sconfinare, attraversare, camminare, esplorare spazi ancora inediti della città.
Vi aspettiamo dal 5 al 10 settembre 2023
BODYZ_DOM_small.jpg
15 Giugno 2023

Nell’ambito del progetto Bod/y-z Bologna Dance Y&Z generations Danza Urbana Bologna ETS ha invitato il coreografo Leone d’Oro alla carriera Alessandro Sciarroni con Save the last dance for me, progetto dedicato a un ballo bolognese chiamato Polka Chinata, una danza di corteggiamento eseguita in origine da soli uomini e risalente ai primi del ‘900. In questo progetto Alessandro Sciarroni lavora assieme ai danzatori Gianmaria Borzillo e Giovanfrancesco Giannini sui passi di un ballo in via di estinzione, creando una danza che si fa operazione culturale di salvaguardia di un patrimonio popolare immateriale. Appuntamento

18 giugno

ore 20.00 Piazzetta dei Servi di Maria

Quadriportico di Santa Maria dei Servi, Via Guerrazzi 1

 

BODYZ_DOM_small.jpg
12 Giugno 2023

 

Nuovi appuntamenti di questa settimana che Danza Urbana ETS cura nell’ambito del progetto Bod/y-z Bologna Dance Y&Z generations inserite nel cartellone di Bologna Portici Festival – Heritage meets Creativity… In particolare vi segnaliamo l’anteprima del Festival Danza Urbana Bologna con la nuova creazione di DOM- 𝗣𝗼𝗿𝗽𝗼𝗿𝗮 𝗰𝗵𝗲 𝗰𝗮𝗺𝗺𝗶𝗻𝗮 un cammino lungo 14km nella città di Bologna, dedicato all’attivista e fondatrice del MIT – Movimento Identità Transessuale Porpora Marcasciano.

15. 16. 17 giugno e 24. 25. 26 giugno

appuntamento ore 17.15 ingresso Autostazione Piazza XX Settembre

durata 4 ore circa

equipaggiamento consigliato abiti comodi, scarpe chiuse, acqua, spray antizanzare

prenotazione obbligatoria mail info@thisisacqua.com